#PerNonDimenticarChiÈStato?

#FlashMobBorsellino – Insieme da Palermo a Milano

sabato 16th, Luglio 2022 / 19:55 Written by

#InsiemeperlaGiustiziadiFalcone-Borsellino – 18 – 19 luglio 2022

L’O.d.V. Movimento per la Giustizia Robin Hood, Avvocati Senza Frontiere, Donne per la Giustizia, Non Dimenticarmi e l’Associazione 5 Stelle per la legalità in collaborazione con altre associazioni ed esponenti della Società civile che stanno aderendo e condividono gli stessi ideali e il progetto di un movimento dal basso a fianco della parte sana della magistratura anticorruzione e antimafia,

INVITANO tutti a partecipare al #flashmobBorsellino che si svolgerà martedì 19 luglio alle ore 18,00 davanti a Palazzo di Giustizia di Milano (Corso di Porta Vittoria). Unendo idealmente Palermo a Milano e le iniziative che si svolgono in contemporanea nelle varie città italiane da sud a nord del Paese.
Un modo per unire i movimenti dal basso e ricordare che le indagini di Falcone e Borsellino seguivano le piste dei “piccioli”, perché contrariamente a quanto si crede “i soldi puzzano e lasciano tracce” che portano tutte al nord, ai grandi gruppi industriali, alle banche, alla moda, ai palazzinari che hanno cementificato Milano, investendo in borsa i proventi delle attività criminali, agli apparati dei partiti della seconda repubblica, che si spartiscono indisturbatamente le tangenti degli appalti per le grandi opere, controllate dalla massomafia, con il beneplacito della magistratura di regime, del C.S.M. e delle più alte cariche dello Stato che da oltre 50 anni fingono di contrastare le mafie solo in occasione dei funerali delle loro vittime lasciate trucidare, spesso senza colpevoli né individuare i mandanti delle stragi, proprio come avvenuto in questi ultimi giorni con il processo sul depistaggio delle indagini a seguito del Borsellino-quater.
Vi chiediamo di unirci, partecipare e diffondere questi eventi, perché possiamo sconfiggere la massomafia solo quando saremo in grado di uscire dagli individualismi e dall’ottuso protagonismo che troppo spesso caratterizza le associazioni.
Dobbiamo unire le nostre voci, i nostri sforzi, le nostre speranze e i nostri grandi sogni di giustizia come quelli per cui hanno dato la loro vita Falcone, Borsellino e le loro scorte e tanti giudici e integerrimi funzionari dello Stato prima di loro.
A Milano: dall’11 luglio al 19  luglio 2022, è già in corso davanti a Palazzo di Giustizia, un Presidio con una mostra fotografica sulle stragi di Stato e per una giustizia veramente uguale per tutti, in memoria di tutte le vittime della strategia della tensione e in onere di Falcone, Borsellino e relative scorte.
Il 19 luglio 2022 dalle ore 18,00 suoneremo le campane a morto, spargeremo simbolicamente a terra calcinacci e i detriti dell’esplosione di Capaci e di Via D’Amelio. Poi un minuto di raccoglimento, seguito da un grande applauso e alcune letture di brani scelti e citazioni di Falcone e Borsellino.
In chiusura, ci stringeremo unendo le mani,  dando vita ad un girotondo intorno a Palazzo di Giustizia per chiedere di riaprire le indagini su tutte le stragi e processare i mandanti rimasti impuniti.
Analoghe iniziative sono già state da noi promosse nel contesto di Civil Week 2022 (evento regionale del Volontariato in Lombardia) dal 5 all’8 maggio 2022 con il patrocinio della Fondazione Dario Fo e Franca Rame e la collaborazione delle figlie di Giuseppe Pinelli e del Comitato “Non Dimenticarmi” che ha progettato l’opera monumentale sonora “Presenze della Memoria” (137 steli di oltre 3 metri, quante sono le vittime di tutte le stragi, con una campana che suona mossa dal vento) che verrà installata in Piazza Fontana e che ha già ottenuto l’autorizzazione dall’Assessorato ai monumenti del Comune di Milano e un largo interesse per il suo alto valore sociale e artistico, opera che verrà completamente autofinanziata dalle persone comuni. Si tratta di una delle più importanti iniziative dal basso, partita dalle famiglie delle vittime delle stragi, in cui vogliamo coinvolgere tutte le associazioni e l’intera Società civile.

A Palermo: “IPOCRITAMENTE STATO” – Corteo militante per un’antimafia popolare – 18 luglio, Palermo 

Invitiamo tutti i nostri lettori e simpatizzanti a partecipare il prossimo 18 luglio all’iniziativa promossa dal movimento giovanile “Attivamente” e dall’Associazione “Our Voice”, in collaborazione con varie associazioni, collettivi e realtà sociali che scenderanno di nuovo per le strade di Palermo in corteo partendo da Piazza Magione alle ore 18. Perché dopo 30 anni dalle stragi, in questa città continuano le trattative tra lo Stato e la mafia
Nel comunicato stampa che ci chiedono di condividere denunciano: “Aumentano gli spari, le violenze, le uccisioni per strada. Aumenta l’isolamento delle periferie e dei quartieri, abbandonate a tassi di povertà altissimi, ai disagi sociali, alle fragilità, alla disoccupazione. Nessuno denuncia i veri responsabili politici ed istituzionali. Cioè una classe dirigente che in Parlamento sta tagliando i costi delle risorse pubbliche e nel frattempo scrive leggi per favorire l’impunità di politici, banchieri, finanzieri e imprenditori.
Oggi, dopo mesi di scandali politici, arresti per voto di scambio politico-mafioso, il ritorno in politica di uomini corrotti e condannati per reati di mafia e i risultati delle elezioni a Palermo, corriamo il rischio di rassegnarci e di accettare di nuovo lo stato delle cose. Non lo possiamo permettere!
Perché sono imbarazzanti le passerelle e la retorica di Stato, mentre in questi stessi giorni, nel silenzio generale, incrementa lo spaccio di stupefacenti, il numero dei commercianti costretti a pagare il pizzo, le morti di decine di bambini e di giovani per droga e lo sfruttamento schiavistico di centinaia di braccianti agricoli, obbligati per sopravvivere ad accettare pochi euro per tantissime ore di lavoro.
Per commemorare le stragi di Capaci e Via d’Amelio ministri, assessori, referenti istituzionali si presentano a Palermo con l’unico fine di ripulire le proprie coscienze, usando l’etichetta “antimafia” e parlando ipocritamente di “lotta alla mafia”.
Ma ancora non si conoscono i nomi di chi ha ordinato quelle stragi a causa dell’omertà, dei silenzi e dei segreti di Stato. E i pochi magistrati che cercano di far venire alla luce quella verità vengono continuamente delegittimati dall’interno, isolati mediaticamente e minacciati di morte.
Non possiamo permettere che la storia si ripeta. Di fronte a tutto questo, scendere in piazza il prossimo 18 luglio significa lanciare un messaggio di opposizione, di protesta e di resistenza.
Per non rassegnarci mai, ma iniziare a costruire una militanza popolare che faccia pressione politica dal basso. Un movimento che dia voce e spazio alle realtà sociali, per pretendere soluzioni concrete dall’attuale classe dirigente, la rimozione dei segreti di Stato e una pulizia interna dal cancro della corruzione, del compromesso, dell’abuso di potere.
Per info e adesioni +39 331 907 0485 oppure info@ourvoice.it  
Link dell’evento: https://fb.me/e/eObyuuUKD 
Vi proponiamo di unire idealmente le piazze e i Palazzi di Giustizia di Palermo e Milano con un flash mob alle ore 18,00 del 19 luglio.
Per Info, contatti e adesioni flashmob di Milano: 329-2158780
 Palermo_18Luglio2022

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

To top ↑